Questo sito potrebbe utilizzare cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. Leggi di più

Archivio News
USA: la personalizzazione è una componente cruciale nella in-store experience

Coinvolgere i clienti in-store con messaggi personalizzati e pertinenti è la chiave per la fidelizzazione, secondo un nuovo studio. La 20th Annual POS/Customer Engagement Benchmark Survey condotta da Boston Retail Partners mostra che il 79% delle persone intervistate, ha dichiarato che il servizio personalizzato da parte di un addetto alle vendite è un fattore importante nel determinare presso quale store andare a fare acquisti. A sua volta, il 53% dei retailer intervistati ha indicato che la personalizzazione è una delle priorità più importanti per il coinvolgimento dei clienti. I risultati del sondaggio dimostrano inoltre che i clienti in-store si aspettano sempre di più una shopping experience omnichannel. Il 63% dei consumatori intervistati utilizza il proprio telefono cellulare mentre fa acquisti in un negozio per confrontare i prezzi, cercare offerte / coupon, verificare la disponibilità dell'inventario, ecc.

Un altro 56% di persone ha risposto che è più probabile facciano acquisti presso un retailer che consente loro di avere un carrello condiviso attraverso i vari channels, mentre il 50% afferma di essere propenso a consentire alle compagnie di salvare la cronologia dei loro acquisti, le preferenze personali e i dettagli personali se questo facilita il processo di checkout e consente offerte più personalizzate. I retailer stanno rispondendo a questi trend omnichannel a vari livelli. Il quarantanove percento dei brand intervistati indica che la customer mobile experience è una delle priorità principali per il coinvolgimento dei clienti e il 63% prevede di poter utilizzare un dispositivo mobile di proprietà del cliente come dispositivo POS entro tre anni. Nel frattempo, un enorme 94% possiede o programma di implementare una piattaforma di commercio unificata entro tre anni, dall'81% nel 2018. Il 61% ha implementato la crittografia end-to-end per offrire ai clienti una maggiore sicurezza dei propri dati personali e di pagamento. “Le aspettative dei clienti per un'esperienza sempre più personalizzata aumentano e si evolvono, i retailer stanno adottando nuovi modi per identificare i clienti e personalizzare il loro percorso di shopping”, ha dichiarato Perry Kramer, senior VP e practice lead presso BRP. “le compagnie continuano ad offrire più servizi mobile visti da una prospettiva rivolta al consumatore e rivolta al personale di vendita tra cui includo consigli personalizzati, premi fedeltà, coupon, sconti e promozioni.”