Archivio News
USA: Bottega Veneta apre a New York il suo flagship più grande al mondo

Quando Bottega Veneta aprì il suo primo store al di fuori dell'Italia nel 1972, il brand scelse come location Madison Avenue a New York – un luogo vicino al quale è ora tornato con flagship molto più grande, ancora più strategicamente importante. Dopo 11 anni sulla Fifth Avenue, Bottega ha inaugurato la sua nuova maison al 740 di Madison Avenue - un megastore, per il quale sono state riunite tre case storiche, creando un tempio per il lusso e la pelletteria italiana. Per celebrare l'opening, il brand ha trasportato la sua sfilata da Milano a New York come una festa per i suoi followers americani. La maison è il negozio più grande di Bottega Veneta nel mondo. Misurando quasi 15.000 piedi quadrati, i cinque piani dello spazio ospitano l'intera gamma di offerte del brand, comprese le categorie meno viste come casa, stoviglie, mobili e gioielli.

Il direttore creativo Tomas Maier, che ha dedicato quasi cinque anni a supervisionare il progetto, ha dichiarato come premessa per lo store: “Tutti in America viaggiano a New York. Questo è l'unico posto in cui, se sei un amante di Bottega Veneta o vuoi scoprire qualcosa e non lo sai bene, puoi davvero avere la sensazione. Volevo che le persone sperimentassero l'intero mondo di Bottega - non solo una scarpetta intrecciata che potresti aver visto online.” La sede rappresenta la terza maison Bottega Veneta nel mondo - dopo i concept simili a Milano e a Beverly Hills aperti rispettivamente nel 2013 e nel 2016. Maier ha detto che la natura immersiva della maison è un'ode alla cultura del consumatore odierno. “Penso che fare shopping nel negozio sia una decisione per tutti noi. Non è come 30 anni fa, quando lo shopping era il modo preferito per trascorrere il tempo, e ogni sabato si diceva 'OK, andiamo a pranzo e facciamo shopping'. Le persone non lo fanno più. Si fanno acquisti online per le necessità, ma se si decide di venire qui, voglio che sia il miglior tempo mai trascorso,” ha affermato in merito all'esigenza di presentare una “wow” factor experience. Le facciate originali delle tre case unite per dar vita alla location, sono rimaste intatte. Maier si è ispirato allo skyline di New York nella decisione della palette di colori, dei materiali e del layout. Il primo piano della maison mostra un'ampia gamma di borse, occhiali e piccola pelletteria per uomo e donna. Appena sopra, il piano mezzanino comprende reparti dedicati per scarpe e profumi per donna - entrambi offrono selezioni personalizzabili. I piani superiori offriono un mix di accessori in pelle, gioielli e prêt-à-porter per uomo e donna, ognuno esposto in ambienti caldi che incorporano accenti di design come pelle scamosciata, legno tonale, moquette sontuosa e comodi mobili da salotto. L'ultimo piano, che Maier ha soprannominato “The Apartment”, presenta la linea completa di mobili per la casa Bottega - la loro disposizione era intesa a evocare la residenza ideale di un espatriato italiano di New York. Sparsi in tutta la maison ci sono varie station dedicate alla personalizzazione, che spaziano dalla piccola pelletteria alle borse, dalle bottiglie di profumo alle valigie. Goffratura, timbratura e - il più esclusivo – la cucitura, sono tutte tecniche disponibili per look personalizzati. Meier ha notato che i clienti di Bottega sono molto amanti dei prodotti personalizzati: “Il customizzare è una parte importante del nostro business. Riceviamo richieste ogni settimana da tutto il mondo.” Per celebrare l'opening del flagship, Maier ha realizzato una capsule collection di pelletteria composta da 33 pezzi, chiamata “Icons of New York.” Borse e piccoli articoli in pelle i cui prezzi vanno da $380 a $6,500, sono ricamati con fili metallici per imitare lo skyline di Manhattan, mentre alcuni sono intrecciati con accenti colorati per imitare la mappa della metropolitana della città.

REGNO UNITO: Tesco potrebbe lanciare una nuova catena di discount per tenere testa ad Aldi e Lidl

Tesco si ritiene che stia sviluppando un nuovo format discount per poter affrontare i 'disgregatori dell'industria' Aldi e Lidl. Secondo il The Sunday Times, il più importante retailer britannico è pronto a lanciare un brand separato che avrà la stessa fascia prezzo dei discounter tedeschi e che mira a riprendere la quota di mercato che Tesco ha perso negli ultimi 10 anni. Secondo quanto riferito, Tesco offrirà una gamma di prodotti più limitata rispetto a un negozio standard, mantenendo i prezzi più bassi possibili. Ciò avviene in mezzo a una guerra dei prezzi sempre più difficile in cui i più grandi grocer del Paese stanno tentando di assorbire il più possibile dei crescenti costi di importazione al fine di rimanere competitivi. Aldi e Lidl hanno reso tutto questo ancora più difficile per i quattro grandi grocers, offrendo prezzi che loro non riescono ad equiparare e gradualmente portandosi via le loro quote di mercato. Questo lo si può vedere nei dati di vendita dell'ultimo trimestre, con Aldi e Lidl che hanno registrato un incremento pari al 16.2 e 16.3 percento rispettivamente, in confronto a Tesco con solo il 2.6% in più. Tesco non ha fornito commenti ma questa non è la prima volta che il retailer valuta una mossa del genere, in base a quanto riferito infatti venne già proposta sotto la guida di Terry Leahy ma poi mai attuata per timone di minare i negozi principali Tesco. Le fonti del settore stimano che questi nuovi discount potrebbero proporre qualcosa come 3000 articoli, circa un decimo del solito negozio Tesco Extra, e che sarebbero gestiti separatamente dalla sua catena di convenience store One Stop.

REGNO UNITO: Olivia Burton sceglie Covent Garden per il suo primo store

Il brand di orologeria Olivia Burton è pronto ad aprire il suo primo store fisico nel Regno Unito, che sorgerà a Londra in Covent Garden. Il brand britannico, che attualmente commercia online attraverso il suo sito web, inaugurerà a maggio uno spazio presso Market Building di proprietà di Capital & Counties Properties - Capco. Olivia Burton è l'ultimo retailer in ordine di tempo ad aver deciso di aprire uno store a Covent Garden, dopo altri brand tra cui Chanel, Tom Ford Beauty e Links of London. Olivia Burton venne fondato dalle migliori amicheLesa Bennett e Jemma Fennings nel 2012 e prese il nome dalla zia di Bennett. Il brand ha già un seguito fedele e crea orologi e gioielli ispirati alla natura e agli stili vintage. “Covent Garden è un luogo talmente iconico,” ha dichiarato la Fennings. “Con la sua bella architettura e storia come un mercato dei fiori di lunga data, non potrebbe esserci un posto più perfetto per aprire il nostro primo negozio.” Michelle McGrath, direttrice di Capco Covent Garden, ha aggiunto: “Siamo molto felici che Olivia Burton abbia scelto Covent Garden per il suo primo store. I suoi bellissimi prodotti si adattano perfettamente al Market Building insieme a Daniel Wellington, Deciem e Tom Ford. Questo opening rafforza ulteriormente l'offerta beauty, di accessori e di fashion della zona.”

MONDO: i 10 brand più 'preziosi' al mondo sono..

Amazon ha preso il posto di Google in cima alla classifica annuale dei brand più 'preziosi' al mondo. Il valore del gigante dell'ecommerce è cresciuto del 42% rispetto allo scorso anno, raggiungendo i 150 miliardi di dollari, secondo il report emesso da Brand Finance Global 500. L'azienda di consulenza ha esaminato gli investimenti di marketing, gli investimenti degli azionisti e le prestazioni aziendali nel determinare il valore del brand. Per la prima volta dall'inizio dello studio di Brand Finance, i brand tecnologici hanno conquistato tutti e cinque i primi posti nella classifica. Amazon è infatti seguito da Apple, Google, Samsung e Facebook. Il brand value di Apple è calato del 27% rispetto all'anno passato. “Apple non è riuscita a diversificarsi ed è diventato troppo dipendente dalle vendite dei suoi iPhone, responsabili di due terzi delle entrate.

Con l'arrivo dei brand provenienti dalla parte 'emergente' del mondo come ad esempio Huawei, la crescente attenzione di Apple a quelli che sono effettivamente prodotti di lusso può costare al brand una quota equa del mercato globale di massa, limitando il potenziale di crescita del valore del marchio,” ha dichiarato il report. Google si è piazzato al terzo posto lasciando il primo ad Amazon. Ha avuto una crescita del brand value relativamente lenta e pari al 10%. Gli annunci online di Google hanno generato più traffico del previsto poiché i clic a pagamento sono aumentati del 47% nel terzo trimestre più recente, incrementando i ricavi. Tuttavia, per competere con i brand più preziosi del mondo, presentare una solida performance non è sempre sufficiente. “Google è un campione della tecnologia di ricerca su Internet, cloud e mobile OS, ma, analogamente ad Apple, il suo focus su particolari settori sta trattenendolo dal liberare tutto il potenziale del suo brand. “Gli investimenti di Google nelle auto a guida automatica e nei telefonini, mancano ancora della portata e dell'audacia dimostrata dalle nuove iniziative di Amazon.” Il predominio del digitale è destinato a crescere ancora di più nei prossimi anni mentre altri brand fanno il loro ingresso nel Global 500. YouTube di proprietà di Google ha più che raddoppiato il suo value salendo di 70 posizioni fino alla 42esima. I brand tecnologici cinesi, sfruttando le condizioni del mercato, possono anche vantare una crescita del valore dei brand, con ad esempio Alibaba in 12esima posizione, Tencent 21esimo, WeChat 49esimo, Baidu 57esimo, JD 65esimo e NetEase 121esimo.

Nome e Cognome
Azienda
Posizione
E-mail
Telefono